VITTORINO ANDREOLI

MURETTI
A SECCO

COLLANA BLOW UP

Nel muretto ogni sasso mantiene una propria individualità, è legato ma allo stesso tempo ha una configurazione singolare, e nei casi in cui un muretto cada, torna se stesso nell’ammasso degli altri sassi.

I NOSTRI LIBRI

la-grammatica-delle-nuvole_copertina-500px

LA GRAMMATICA DELLE NUVOLE

LORENZO CALZA

COLLANA LOWLANDS | TERREBASSE

Questa è la storia di un bambino che negli anni Settanta trascorre i pomeriggi tra le lavoratrici di una sartoria di Piacenza. Lì, quando i rotoli di stoffa sono finiti, si impossessa delle anime di cartone divenute ormai inutili, le sistema sul tavolo e comincia a disegnare, una dopo l’altra, decine di figure. Centinaia. Migliaia.

UN ANNO SOTTOTERRA

ANDREA MATTEI
DANIELA PALUMBO

COLLANA LOWLANDS | TERREBASSE

Prima minatore, poi dirigente minerario e infine consigliere regionale, Giampiero Pinna è stato soprattutto questo: un uomo profondamente innamorato della Sardegna e della sua gente. Così, quando cessarono le estrazioni e centinaia di lavoratori rischiarono di cadere in miseria insieme alle loro famiglie, compì un gesto che nessuno si sarebbe aspettato: scese sottoterra e per un anno visse nella Sala Argani di Pozzo Sella, nella miniera di Monteponi. Fu la più lunga occupazione nella storia dell’isola.

EXTRAMUNDI

DANIEL DI SCHÜLER

COLLANA LOWLANDS | TERREBASSE

Sergio Maffazzoni – italo-galiziano cresciuto a Predappio, emigrato a Modena e gran spacciatore di Lambrusco in lattina – è un colosso alto quasi due metri e pesante fin troppi chili. La vita gli pare ormai una prigione, quando un’eredità gli offre l’opportunità di evadere in Galizia, in un palazzo in rovina che trasforma in albergo.

LA NUOVA SPOON RIVER

SCELTA, TRADUZIONE E NOTE
DI ALBERTO CRISTOFORI

COLLANA LOWLANDS | TERREBASSE

Pubblicato negli Stati Uniti nove anni dopo la celebre Antologia, la nuova Spoon River giunge come una sorpresa ai lettori italiani, che potranno ritrovare tra le sue pagine alcuni degli indimenticabili personaggi della prima raccolta. Ad accompagnarci in questo viaggio, la traduzione e il commento di Alberto Cristofori.

RIPARTIRE DA QUI

A cura di Gabriele Dadati
e Giovanni Battista Menzani

COLLANA LOWLANDS | TERREBASSE

La Barbiana di Don Milani e l’Ivrea di Adriano Olivetti, la Cinisi di Peppino Impastato e la Gorizia di Franco Basaglia, la Sesto San Giovanni del cooperativismo operaio e altri luoghi ancora, finora ad arrivare a dieci: sono queste le mete che LOW ha scelto per i reportage di altrettanti scrittrici e scrittori di oggi.

Perché [LOW]

perché suona bene.
perché veniamo tutti da terre basse, ovvero dalla grande Pianura Padana.
perché si presta ai giochi di parole: S[LOW], per esempio; oppure [LOW] COST, la nostra futura collana economica dedicata ai classici dimenticati e non.
perché è un grande album di Bowie, un grande pezzo dei R.E.M. e una grande band.

I NOSTRI AUTORI

Vittorino Andreoli

Vittorino Andreoli

Psichiatra di fama mondiale, è stato un pioniere negli studi sul rapporto tra follia e arte.
Simone Marcuzzi

Simone Marcuzzi

Fa l'ingegnere e scrive libri.
Gabriele Dadati

Gabriele Dadati

Nato a Piacenza nel 1982, è stato un bambino che quando gli altri giocavano nel campetto sotto casa rimaneva seduto con le mamme a raccontare storie. Poi è cresciuto, e quelle storie si è messo a metterle nei suoi libri.
Elisabetta Paraboschi

Elisabetta Paraboschi

Giornalista, detesta chi le rompe il filo (del discorso).

PERCHÈ [LOW]

“Low era un nome che ci girava in testa da quando abbiamo iniziato a pensare a questo progetto”

Afferma Giovanni Battista Menzani, responsabile per l’editoria di Officine Gutenberg e direttore editoriale della nuova casa editrice. “Cercavamo qualcosa che avesse a che fare con una voce che arriva dal basso, una voce non urlata, ma forte e gentile. Il nome era inizialmente provvisorio, poi ci siamo affezionati: e adesso ci piace. Perché veniamo tutti da terre basse, ovvero dalla grande pianura padana”. “Abbiamo un desiderio”, continua Giovanni Battista Menzani, “tornare alle storie, anche a quelle sbilenche, asimmetriche, radicali, poco mainstream”.

foresta in bianco e nero durante la nebbia in pianura padana

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità, offerte esclusive e tanto altro!